Blog

Ginnastica in auto? Ecco quali esercizi si possono fare mentre si guida

Ginnastica in auto? Ecco quali esercizi si possono fare mentre si guida

Quante volte vi siete ripromessi di iscrivervi in palestra e avete sempre rimandato, o vi siete anche iscritti sul serio, magari con l’inizio del nuovo anno o in vista della prova costume, e poi avete finito per non passarci più dopo la prima lezione.

La scusa principale? Il tempo che manca.

Ma perché non ottimizzarlo, il tempo, invece?

È dimostrato ad esempio che gran parte della popolazione è costretta a passare moltissime ore all’interno dell’auto. E normalmente si pensa che le ore trascorse in automobile siano ‘ore perse’.

Non tutti sanno però che anche quello è un buon momento per fare attività fisica.

Gli esercizi da fare mentre si guida

  • Rinforzo del pavimento pelvico. Il movimento è molto semplice e consiste nella contrazione dei muscoli dei glutei per circa sei secondi, per poi rilassarsi per un tempo altrettanto lungo. L’esercizio va ripetuto per circa quindici volte.
  • Movimenti del collo. Muovere il collo in maniera circolare, ma anche su e giù col mento, aiuta ad evitare l’irrigidimento dei muscoli della zona. Ripetere le serie di moviementi in maniera regolare arrivando a due-tre cicli per volta, alternati da un minuto di pausa.
  • Respirare correttamente. Anche la semplice respirazione, se fatta in modo controllato, può costituire un esercizio utile al miglioramento della propria forma fisica. Inspirare quindi profondamente, trattenere il fiato per qualche secondo, e successivamente espirare lentamente.

Consigli per chi guida

Ma stare in auto per molto tempo può portare anche ad un indolenzimento, se non una vera e propria infiammazione, di muscoli e articolazioni. A tal proposito può essere utile tenere a mente questi semplici consigli. E se proprio il problema non dovesse risolversi, può aiutare ricorrere alla magnetoterapia, consultando specifici centri per il noleggio magnetoterapia.

  • Ricordate sempre di appoggiare la nuca al poggiatesta del vostro sedile. Ciò sia per ragioni di sicurezza stradale, evitando così il cosiddetto “colpo di frusta”, sia per non affaticare troppo la cervicale e di conseguenza tutta la muscolatura del collo.
  • Cambiate spesso posizione di guida, alzando e abbassando il sedile ad intervalli di un paio d’ore circa. Questo piccolo accorgimento permetterà di rilassare ulteriormente la muscolatura e vi salverà dai classici fastidiosi mal di schiena tipici di chi è costretto a stare in auto per molto tempo.
  • Fate molte pause: è consigliata una pausa di almeno cinque minuti ogni ora di guida. È dimostrato infatti che al di là di questa soglia il cervello perde il suo livello massimo di attenzione inizia a divagare altrove, cosa che accade anche mentre si è impegnati in altre attività, quali ad esempio lo studio. Fermarsi per passeggiare un po’, fare dello stretching e riposare gli occhi vi permetterà di proseguire il viaggio in perfetta forma e di evitare eventuali incidenti causati appunto da un sovraccarico di stanchezza.

Se perseguirete con un po’ di impegno noterete come, a fine giornata, il vostro corpo sarà più rilassato, così come il vostro umore.