Blog

Impianti di depurazione ottimali per l’acqua di casa

Impianti di depurazione ottimali per l’acqua di casa

La funzione degli impianti che filtrano l’acqua di casa

Oggi più che mai la decisione di preferire l’acqua di casa che sgorga dal rubinetto all’acqua in bottiglia ha un forte impatto sull’ambiente. Bere l’acqua di casa significa ridurre il consumo della plastica ormai diventato enorme. In teoria bere l’acqua del rubinetto non dovrebbe essere pericoloso perché il personale che gestisce gli acquedotti effettua controlli rigorosi. Tuttavia nel lungo tragitto dall’acquedotto al rubinetto, l’acqua potabile può essere esposta a microorganismi o sostanze dannose. Per sentirsi più sicuri e mettersi al riparo da conseguenze spiacevoli nel caso la qualità dell’acqua di casa sia stata alterata è possibile installare un impianto di depurazione domestico.

Come scegliere un impianto di depurazione dell’acqua di casa

Alcuni suggerimenti per districarsi fra i vari impianti

Esistono tanti tipi di depuratori ideati con tecnologie molto diverse l’uno dall’altro, quindi è difficile, se non impossibile, stabilire quale sia il migliore. La cosa migliore da fare è prendere in esame i singoli depuratori ed esaminare le loro caratteristiche uno per uno senza per forza fare classifiche. Si può però fare qualche considerazione generale preliminare su come deve essere un buon depuratore. Un depuratore domestico deve essere non troppo costoso né al momento dell’acquisto né in fase di manutenzione. È preferibile inoltre che la manutenzione sia semplice e non necessiti dell’intervento di un tecnico. Infine è meglio che il depuratore sia compatto e non ingombri, specie se si abita in una casa poco spaziosa.

L’impianto di depurazione a osmosi inversa

La purificazione dell’acqua con una membrana osmotica

Questo impianto è costituito da una membrana osmotica attraverso cui passa l’acqua. Grazie a questo filtraggio vengono fermati dalla membrana dal 95 al 99% delle particelle solide e il 99% dei batteri. È un impianto ingombrante che scarta parte dell’acqua proveniente dall’acquedotto.

L’impianto di depurazione dell’acqua attraverso microfiltrazione

L’utilizzo di un filtro di carbonio per purificare l’acqua

Nell’impianto di depurazione dell’acqua attraverso microfiltrazione vengono utilizzati filtri per acqua potabile al carbone attivo che sono efficaci sia per eliminare le impurità sia per togliere dall’acqua il sapore di cloro. Dunque il suo utilizzo è consigliato in quelle zone in cui viene aggiunto cloro all’acqua potabile.

L’impianto di depurazione con ultrafiltrazione

Il filtraggio dell’acqua di casa per mezzo di una membrana porosa

L’impianto di depurazione con ultrafiltrazione ha una membrana con dei pori attraverso i quali viene fatta passare l’acqua. Se le particelle contenute nell’acqua sono più grandi dei pori vengono trattenute dalla membrana, mentre se sono più piccole passano e rimangono nell’acqua. La potenza del filtraggio varia in base alla dimensione dei pori della membrana.

Impianti di depurazione e addolcitori

Qual è la differenza fra i due

Gli addolcitori non sono impianti di depurazione perché la loro funzione non è di filtrare l’acqua ma di modificarne la composizione chimica. L’addolcitore serve per privare l’acqua di calcare e magnesio. È indicato in zone in cui l’acqua dell’acquedotto è particolarmente ricca di calcare, una sostanza che provoca incrostazioni all’interno dei tubi.