Blog

Inappetenza: possibili cause e relativi rimedi

Inappetenza: possibili cause e relativi rimedi

L’inappetenza è la diminuzione, più o meno drastica, del desiderio di mangiare. Si può manifestare ad ogni età, dai neonati agli anziani, in conseguenza di cause o patologie o in modo inatteso ed inspiegabile.

Il calo dell’apetito, può portare come conseguenze la perdita di peso, o un generale senso di spossatezza e debolezza, nonché incidere sullo stato psicologico, determinando ansia o depressione.

Per questo è bene indagare le possibili cause che portano all’inappetenza e provare a porvi rimedio nel minor tempo possibile, prima che le conseguenze si complichino, o sopraggiungano altri problemi legati a questa condizione di malessere psicofisico.

Le cause dell’inappetenza

Le motivazioni che portano all’inappetenza sono spesso sconosciute. Nella maggior parte dei casi però il ridotto desiderio di mangiare deriva da un insieme di vari fattori che si sommano tra loro provocando una sensazione di malessere diffuso che porta poi all’inappetenza.

Tra le principali cause dell’inappetenza, in particolare:

    • sofferenza di particolari patologie, quali anoressia, insufficienza renale, epatite, tumore, ecc.
    • emozioni negative (ansia, depressione, tristezza, stress)
    • stato di gravidanza, soprattutto i primi mesi, in relazione ai possibili numerosi episodi di nausea e vomito

I rimedi per combattere l’inappetenza

Esistono vari modi per aumentare l’appetito. Tra questi, ad esempio, il mangiare piccole dosi di cibo ma frequentemente durante il corso della giornata, invece dei classici tre pasti abbondanti, e praticare un regolare esercizio fisico.

Per combattere l’inappetenza può essere inoltre utile:

  • provare a rilassarsi. Praticare esercizi di respirazione, aiutandosi ad esempio con la disciplina dello yoga, o facendo bagni caldi, massaggi, e lunghe passeggiate all’aria aperta, può aiutare a tenere sotto controllo lo stress, e allo stesso tempo permettere di aumentare il desiderio di consumare del cibo.
  • utilizzare rimedi naturali. Per contrastare l’inappetenza ci si può anche affidare ad esempio all’eleuterococco, una pianta in grado di aumentare il senso di fame, soprattutto nei casi in cui l’inppetenza sia dovuta a stress o malattia, la pappa reale, che agisce come stimolante ed energizzante, o il tarassaco, che se assunto prima dei pasti può aiutare a stimolare l’appetito. Utile anche il finocchio, indicato quando l’inappetenza è dovuta a un turbamento emotivo, o l’aggiunta di cannella al cibo che aiuta ad incrementare l’appetito.
  • consultare un medico. Se la condizione di inappetenza provoca sensazione di nausea o vomito, è bene chiedere consiglio al proprio medico. Quest’ultimo, infatti, potrà valutare la possibilità di prescrivere dei farmaci in grado di stimolare l’appetito e contrastare gli effetti indesiderati. Qualora soprattutto dovesse verificarsi un cambiamento dello stato di coscienza, febbre alta, o dolori addominali i è bene non sottovalutare il problema.