Blog

Salute dentale: rimedi naturali

Salute dentale: rimedi naturali

La salute dentale è molto importante, non solo per un fattore estetico, ma perché se la dentatura è sana corri minori rischi di sviluppare altre patologie anche serie. Innanzi tutto è bene che curi in modo particolare l’igiene dei tuoi denti, effettuando una pulizia quotidiana, soprattutto dopo ogni pasto ed alla sera prima di andare a letto, in modo che non resti alcuna impurità, che possa arrecare la proliferazione batterica.

Gli spazzolini devono essere morbidi per non invadere e segnare lo smalto, dovresti anche usare il filo interdentale in modo costante, per pulire anche le zone più difficili. Se rimangono residui di cibo soprattutto durante la notte, si può creare nei tuoi denti la famosa ed antiestetica placca, oppure il tartaro, che può essere rimosso solo da un dentista. A fronte di periodici controlli specialistici, che dovresti iniziare in tenera età, è importante comunque che effettui periodiche visite ed ablazioni dell’eventuale placca e tartaro.

I dentifrici ed i prodotti chimici che puoi usare per la pulizia dentale non dovrebbero essere troppo forti, per non intaccare lo smalto, meglio quindi se usi dei prodotti naturali che riducono le cariche batteriche e non alterano l’equilibrio all’interno del cavo orale. Un’alimentazione sana, con pochi zuccheri è comunque importante per limitare che la dentatura venga intaccata e si formino le dolorose carie. La liquirizia è un prodotto del tutto naturale, che agisce contro la formazione della placca dentale: se mastichi le sue radici potrai trarne vantaggio, anche per combattere ogni batterio che si può formare all’interno della bocca.

L’uva passa, che da sempre è stata additata come un prodotto nocivo ai denti perché contiene un’alta quantità di zuccheri, è ritenuta ora un alimento altamente efficace contro i batteri responsabili per la formazione della pacca e delle carie dentali.
Contiene un alta percentuale di sostanze ossidanti e quindi combatte l’azione dello streptococco maggiormente responsabile nelle infezioni ed infiammazioni dentali. Mangiala tranquillamente, a meno che non abbia qualche allergia o patologia che ti impedisce di farlo.

Il bicarbonato di sodio viene di solito usato per sbiancare i denti, anche se è bene non usarlo troppo frequentemente o direttamente sulla dentatura, perché intacca facilmente lo smalto. Sciogline un cucchiaino in un bicchiere di acqua ed immergi o spazzolino, quindi pulisci i denti come faresti con un normale dentifricio. Ciò che avanzi non buttarlo, ma usalo come un normale collutorio e fai dei gargarismi, disinfetteranno il cavo orale.

Un altro antinfiammatorio di origine naturale, che tutti abbiamo nei nostri orti o giardini è la salvia. Oltre ai suoi poteri altamente antibatterici, con queste piante aromatiche, puoi realizzare infusi e decotti, che funzionano alla perfezione in caso tu soffra di carie o di alitosi. La salvia inoltre è un ottimo rimedio per i problemi e le infiammazioni gengivali. Puoi usarla in infusione, mettendo delle foglie in una tazza che hai precedentemente riempito di acqua calda. Filtri tutto prima dell’uso e puoi utilizzare l’infuso con il comune spazzolino, allo stesso modo del bicarbonato di sodio.

Cerca di cambiare periodicamente lo spazzolino e lavarlo per bene dopo che lo hai utilizzato, coprendolo con la sua protezione, che solitamente trovi nella confezione. Se è il caso puoi anche disinfettarlo, con le soluzioni apposite che trovi in farmacia.

Quando pulisci i denti e li lavi, cerca di tenere lo spazzolino inclinandolo di circa 45 gradi e, partendo dal bordo del dente, procedi verso la gengiva con un movimento verticale, sempre nella stessa direzione. Se vuoi avere la certezza di una pulizia ottimale dei denti dovresti passare con lo spazzolino anche sopra alla lingua, in modo da eliminare anche da lì ogni possibile infezione batterica o residui di alimenti che possono procurarla. Risciacqua quindi molto bene la bocca, passando l’acqua tra i denti, come se avessi un collutorio.

La buccia del limone insieme al suo succo è un altro antibatterico. Usato come un normale dentifricio sbianca lo smalto ed elimina la placca se non è troppo spessa. Attenzione però a non esagerare con il limone, se lo usi troppo spesso ed in modo smisurato, puoi intaccare lo smalto e corroderlo, quindi il dente è più vulnerabile all’attacco dei batteri. Il limone è anche un ottimo antiossidante ed è ricco di vitamina C, entrambi preziosi aiuti per limitare l’invecchiamento delle cellule ed aumentare le difese immunitarie all’attacco dei germi.

Sempre per aumentare la salute dei tuoi denti, dovresti mangiare tanta frutta e verdura senza tagliarla. Nel caso ad esempio della mela è indicato, se vuoi migliorare la masticazione e rendere più sani e belli i tuoi denti, morderla piuttosto che mangiarla dopo averla tagliata a fettine. Ogni precauzione come limitare o meglio ancora eliminare fumo, caffè ed in generale alimenti, che scuriscono i denti ed il loro smalto, ti aiutano a mantenerli sani, ad avere meno patologie del cavo orale e meno carie, placca e tartaro, migliorando il sorriso.

Ricorda anche di recarti regolarmente dal dentista per tenere sotto controllo la salute della bocca.